il vecchio Charlie meglio del giovane Holden

Le celebrazioni mondiali per i 60 anni dei Peanuts sono iniziate ufficialmente mercoledì scorso a Bologna alla presenza di Jeannie Schulz, vedova del geniale cartoonist morto dici anni fa.
Il tutto, naturalmente, organizzato dai sempre formidabili Maria Gabriella Ghidini e Oscar Massari di BIC, licenziataria italiana dei Peanuts.
Dell'intervento di Umberto Eco hanno parlato diffusamente i quotidiani (qui trovate l'articolo de La Stampa). Eco, fra l'altro, ha sostenuto la superiorità di Schulz rispetto a Salinger - che oggi risulta molto datato, al contrario di una qualunque vecchia striscia di Snoopy: il vero poeta, sostiene Eco, era Schulz!

Nel breve video qui sotto (la modesta qualità è quella della mia piccola telecamera tascabile) ho inserito anche un simpatico battibecco fra Eco e Fulvia Serra, storica direttrice di Linus, sulla "modestia" di Schulz; a seguire una parte dell'intervento di Miss Schulz.
Al termine dell'incontro ho avuto una piacevole conversazione con questa straordinaria donna -incredibilmente giovanile, vivace, spiritosa. Abbiamo parlato soprattutto dell'opera, molto meno nota, di Schulz in campi diversi dal fumetto, quali l'illustrazione e la pubblicità.








Ed è a questo proposito che, come mio personale piccolo omaggio al papà dei Peanuts, segnalo questo suo lavoro, inedito in Italia, ricco di quella sintesi folgorante di cui solo lui era capace, su un tema che questo pigro Blog ha affrontato più volte (ad esempio qui): l'alzheimer

1 commento:

  1. grande snoopy! lui non invecchierà mai!

    RispondiElimina